Salizzole: Comune e Consorzio di Bonifica Veronese incontrano la cittadinanza per spiegare l’intervento per la sicurezza idraulica di Bionde

assemblea bionde gennaio 2017 (2)

Si è tenuto lunedì 30 gennaio nel teatro parrocchiale di Bionde un incontro organizzato dal Comune di Salizzole per illustrare ai cittadini l’intervento che il Consorzio di Bonifica Veronese sta attuando per la sicurezza idraulica del territorio.

Ad introdurre la serata il Sindaco Corrà, che ha spiegato ai tanti cittadini presenti come quelli in corso siano lavori attesi da anni da Bionde.

È da tempo che ragioniamo con il Consorzio di Bonifica per trovare la soluzione migliore per risolvere il problema delle esondazioni in quest’area. Dopo tanta pazienza portata dai cittadini di Bionde, ora finalmente si arriva a questo intervento che in parte possiamo definire risolutivo. Un intervento importante anche sotto l’aspetto economico in quanto ha un costo totale di 185mila euro, dei quali 18mila a carico del Comune di Salizzole, 42mila a carico della Regione e 125mila a carico del Consorzio di Bonifica Veronese. Devo ringraziare i cittadini che hanno accettato il passaggio di questo progetto sui loro terreni attraverso un accordo che ha facilitato la conclusione in tempi brevi dell’iter progettuale. Quella che è iniziata – ha indicato Corrà – è un’opera strategica rilevante per l’intero territorio, non solo per Bionde. E di questo ringrazio molto il Consorzio di Bonifica.

A prendere la parola è stato quindi il Direttore del Consorzio Ing. Bin.

Quello di Bionde è un problema che abbiamo iniziato a prendere in considerazione immediatamente dopo la fusione che ha portato nel 2010 a creare un unico Consorzio di Bonifica tra gli ex Valligrandi e Medio Veronese, Adige Garda e Agro Veronese. Il territorio di Bionde può essere pensato come una scodella nella quale confluisce l’acqua da tutte le aree circostanti, quindi servivano interventi rilevanti. I lavori in corso si compongono di due parti – ha spiegato l’Ing. Bin -. La prima prevede la realizzazione di due casse di laminazione, la prima sul collettore Sanuda e una seconda sullo scolo Liviera, che hanno lo scopo di ridurre la portata delle acque in arrivo sulla rete scolante che attraversa il centro abitato di Bionde e che verranno realizzate entro l’anno. La seconda, già in corso, vede un adeguamento della rete esistente con lo scopo di allontanare le acque dal centro di Bionde per evitare il verificarsi degli allagamenti come nel passato, mediante la realizzazione di un canale by pass a est di Bionde, utilizzando in buona parte il sedime dei canali esistenti.

Dopo un intervento del Direttore Tecnico del Consorzio Ing. De Antoni, che ha ricordato brevemente tutta la serie di interventi per la sicurezza idraulica che il Consorzio sta mettendo in atto in questo periodo sull’intero territorio provinciale, la parola è passata all’Ing. Piva, Capo Settore Progettazione del Consorzio che sta seguendo in prima persona i lavori a Bionde e che li ha illustrati nel dettaglio anche utilizzando alcune slides.

Come potete vedere – ha indicato l’Ing. Piva rivolgendosi ai presenti in sala – i lavori stanno proseguendo e se il tempo ci darà una mano prevediamo di procedere senza intoppi. Finiti gli scavi poseremo gli attraversamenti, ad oggi siamo al sessanta per cento dell’intervento e contiamo di ultimare i lavori entro circa un mese. Nel progettare questo intervento abbiamo valutato moltissime ipotesi, fino ad individuare quella che ci assicura le maggiori garanzie di efficienza. Il canale che stiamo realizzando ha sezioni variabili per le diverse quote dei terreni e garantisce una notevole capacità di invaso. Al termine dell’intervento l’acqua che andrà a gravitare su Bionde sarà sostanzialmente solo quella che cadrà dal cielo, tutto il resto verrà portato via dal nuovo sistema idraulico (LEGGI QUI L’APPROFONDIMENTO SULL’INTERVENTO IN CORSO).

In chiusura, prima dei nuovi ringraziamenti del Sindaco Corrà ai cittadini che si sono dimostrati sensibili al progetto accettando il passaggio dei lavori, un intervento anche del Consigliere comunale della frazione di Bionde Filippo Scipioni che ha voluto sottolineare nuovamente quanto sia strategicamente importante per il territorio arrivare finalmente ad una soluzione dell’annoso problema delle esondazioni.

Nell’immagine sotto la planimetria dell’intervento.

Condividi con: