Lugagnano: il Consorzio di Bonifica Veronese realizza una vasca di laminazione per lo scarico delle acque di irrigazione

L’estate 2018 tocca proprio in questi giorni le punte di temperature più elevate, mettendo a dura prova anche l’attività delle tantissime aziende agricole che costellano il territorio della provincia veronese. L’acqua quindi diventa come non mai una risorsa imprescindibile e vitale. Ad assicurarne la distribuzione è il Consorzio di Bonifica Veronese.

“Per mantenere sempre alla massima efficienza tutti gli impianti irrigui e per garantire la sicurezza idraulica del territorio in un periodo così delicato – spiega il Vicepresidente Renzo Bonizzato -, il Consorzio di Bonifica Veronese opera quotidianamente su tutto il comprensorio di competenza sia con capillari interventi di manutenzione sia con lavori infrastrutturali”.

Anche il territorio del Comune di Sona è teatro di alcuni questi interventi.

Tra i Comuni di Bussolengo e di Sona è stata, infatti, realizzata una vasca di laminazione, per permettere lo scarico di acqua di irrigazione in eccesso agli utenti del canale Terziario 8, evitando così problemi di sicurezza idraulica.

La vasca di laminazione, che ha una dimensione di circa 3600 metri quadrati, è stata realizzata in adiacenza di via Cao Prà, l’arteria che collega Lugagnano a Bussolengo. In tanti nella frazione nelle scorse settimane si erano chiesti i motivi di quel grande scavo, che trova quindi una giustificazione importante.

In questi giorni il Consorzio di Bonifica sta portando avanti sul territorio di Sona anche un’intensa attività di sfalcio, pulizia e spurgo, finalizzata proprio ad un migliore deflusso delle acque. I lavori hanno riguardato numerosi corsi d’acqua: il Vaio dei Rotti, il Progno Brigaldola, il Progno Galletto, il Vaio Corbola, il Vaio Bindel, la Prognetta del Bosco, il Progno dei Gentili, il Progno di Mancalacqua, il Fosso San Quirico, il Progno dei Cappelloni, il Progno della Giacomona ed il Progno delle Caselle.

CONDIVIDI SU: