Bussolengo: il Consorzio di Bonifica Veronese interviene sul progno Santa Giustina, sul torrente Girelli e sul progno Santi per la sicurezza idraulica del territorio

Agosto sta terminando ma rimane in piena attività il capillare servizio di irrigazione su tutto il territorio di competenza del Consorzio di Bonifica Veronese. Nel mentre, mezzi e uomini dell’ente che ha sede in Strada della Genovesa a Verona stanno eseguendo interventi di sfalcio e di pulizia dell’alveo dei corsi d’acqua e dei fossi sul territorio del Comune di Bussolengo.

I trattori decespugliatori del Consorzio stanno effettuando una profonda opera di manutenzione sul progno Santa Giustina, sul torrente Girelli e sulla parte del progno Santi di competenza dell’ente, tutti scoli che vanno a scaricare l’acqua nel fiume Adige dalla zona Monti di Bussolengo e della zona collinare di Palazzolo, tramite il Collettore Consorziale nel quale confluiscono i corsi d’acqua Santi e Girelli.

Il Torrente Santi è una delle numerose “strade progno” esistenti nella zona, cioè sedimi qualificati e normalmente utilizzati come strada comunale che, solcando i terreni collinari lungo la linea di massima pendenza, si trasformano in corsi d’acqua durante le precipitazioni particolarmente intense che si esauriscono nell’arco di una o due ore. Il progno Santi è l’unica via di transito “dolce” che collega il quartiere Monti di Bussolengo al centro città, ha una lunghezza di circa un chilometro e mezzo ed è parte del percorso dell’importante manifestazione podistica che si svolgerà verso fine ottobre: la “Scarpinada de San Crispin”.

“L’intervento di manutenzione sul Torrente Santi – spiega il Direttore Generale Ing. Roberto Bin – ha la funzione principale di garantire la sicurezza idraulica delle abitazioni situate in prossimità dell’alveo. Tenerlo pulito e in ordine ha, inoltre, lo scopo di favorire la collettività dei cittadini di Bussolengo, che quotidianamente utilizzano questo tragitto per raggiungere il paese o per fare delle passeggiate tra le campagne del comune. Oppure per eventi come la manifestazione podistica di ottobre”.

CONDIVIDI SU: